Comune di Roccamorice

MANIFESTAZIONI ED EVENTI
 

17 Gennaio “Sant’Antonio Abate con benedizione degli animali domestici”.

In questo periodo si assiste alla rievocazione del Sant’Antonio per le vie del paese e delle contrade. Un piccolo gruppo di persone rievocano con costumi molto pittoreschi questa antica tradizione. Per diversi giorni, gireranno suonando e ballando lungo le strade e bussando alle porte delle case, dove chi vorrà farà accomodare la piccola compagnia che li allieterà con un piccolo spettacolo. La rappresentazione in casa stà a significare l’esorcizzazione dalle tentazioni del demonio.
 

Il 19 Gennaio manifestazione religiosa con processione in onore della Madonna delle Grazie. Si racconta che il 17 gennaio del 1944 fu dato ordine dal comando tedesco che il paese di Roccamorice fosse evacuato per un imminente bombardamento. I fedeli si riunirono in preghiera presso la chiesetta della Madonna, fino a quando il 19 gennaio dello stesso anno, per intercessione della Vergine arrivò la revoca dell’ordine.

 
Il 02 luglio “Festa della Madonna delle Grazie”. La mattina viene portata in processione l’immagine della Madonna, dalla sua dimora alla chiesa Parrocchiale di San Donato V.M. dove viene celebrata la S.Messa. 
 

Il 07 agosto: Festa del Santo Patrono, San Donato V.M.
 

Il 23 agosto, è il giorno che precede l’inizio delle feste patronali con una “Fiera” nelle ore mattutine per il centro del paese, il paese da alcuni anni, ospita dal tramonto della stesa giornata una esposizione di artigianato e prodotti tipici.

 
Il 24, 25 e 26 agosto si celebrano le feste patronali in onore della Madonna delle Grazie, di S. Bartolomeo e dei SS. Donato ed Emidio.

Dei tre giorni di festa, quello del 25 agosto in onore di San Bartolomeo è certamente quello più partecipato, non solo dalla cittadinanza di Roccamorice, ma anche da persone che arrivano dai paesi limitrofi e dai pellegrini che da tanti anni arrivano dalle comunità di Crecchio e di Lanciano, particolarmente devoti al santo. La mattina del 25 agosto la chiesetta dell’eremo è raggiunta a piedi da centinaia di fedeli che dopo aver assistito alla messa (ore 7:00 circa) portano in processione la statua di San Bartolomeo avviandosi verso Roccamorice. Alle ore 9:00 circa, vi è l’accoglienza della statua al monumento dell’emigrante, dove aspettano le autorità, le donne che portano le conche ornate di fiori e tantissime altre persone, di lì ci si incammina verso la chiesa parrocchiale dove si terrà la solenne celebrazione eucaristica. La statua rimarrà a Roccamorice per circa un mese per poi essere di nuovo riportata all’Eremo, lo stesso è sempre aperto ed è frequentato in tutti i periodi dell’anno.
 
Ogni anno dal 29 agosto alla prima domenica di ottobre di tiene la Perdonanza Celestiniana (il 29 agosto del 1248 Celestino V ebbe la visione di Giovanni Battista che, celebrando messa nella chiesetta con l’intera Corte Celeste, gli rivela la santità di quel luogo). In questo periodo tutte le domeniche nell’Eremo di S. Spirito a Maiella verrà celebrata la S. messa e si potrà ricevere l’”indulgenza plenaria”, cosiddetta “Perdonanza”.